Peggiora la sfiducia dei consumatori verso il futuro

Secondo i consumatori svizzeri, il futuro dell’economia rossocrociata non è per nulla roseo. Almeno, per quanto tocca direttamente le loro tasche.

Nonostante l’andamento delle finanze elvetiche – soprattutto relativamente all’export – sia in notevole aumento, un sondaggio commissionato dalla SECO (Segreteria di Stato dell’economia) nello scorso mese di aprile ha evidenziato come sia diffuso un clima di sfiducia verso il futuro dell’economia svizzera.

Questo soprattutto in relazione all’aumento dei prezzi che gli intervistati prevedono impatterà non poco sulle economie domestiche.

L’indice del clima di fiducia dei consumatori è sceso di 27 punti e di 5 rispetto alla media pluriennale: per fare un raffronto, un calo peggiore era stato rilevato solo nella primavera del 2020, ovvero quando la pandemia stava iniziando a farsi sentire con decisione a livello globale.

grafico sull'indice del clima di fiducia dei consumatori
credit: SECO

L’andamento economico dei prossimi 12 mesi, come detto, riscuote molto pessimismo: siamo a -31 punti sull’indice dedicato. È la prima volta nell’ultimo anno che gli intervistati manifestano poca fiducia nell’evoluzione economica, anche se un crollo deciso come quello del 2020 è ritenuto improbabile.

Gli indici sull’andamento dei prezzi passati e futuri sono in rialzo rispetto a gennaio: questo, come detto, riduce il potere di acquisto delle famiglie svizzere.

Anche l’incertezza generata dal conflitto in atto fra Russia e Ucraina ha un certo impatto, per lo più sulla scelta di fare acquisti importanti: l’indice dedicata, infatti, continua a scendere in modo costante rispetto ai sondaggi precedenti.

indici relativi al clima dei consumatori svizzeri circa questioni economiche
credit: SECO

L’unico dato positivo in quest’ultima rilevazione arriva dalla percezione del mercato del lavoro: l’indice sulla sicurezza del posto di lavoro è molto migliorato rispetto a gennaio 2022, così come le attese circa un calo della disoccupazione nei prossimi 12 mesi.

Nota: Il sondaggio viene effettuato nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre per telefono e online. All’ultimo sondaggio hanno partecipato 1210 persone di almeno 16 anni di età in tedesco, francese o italiano. I dati e maggiori informazioni sono disponibili su www.seco.admin.ch/clima-consumatori.